Per consentire la migliore fruibilitá ed un corretto funzionamento delle pagine web, Ti informiamo che il sito utilizza cookie tecnici propri e di terze parti. Cookie-Policy

FAQ

Domande frequenti

1. Iscrizione a SaniPro
Il datore di lavoro provvede all’iscrizione dei propri dipendenti che ne hanno diritto nei termini dell’accordo aziendale/contratto intercompartimentale ed in virtù dell’obbligo contributivo ivi previsto.

2. Contributi a carico del datore di lavoro
Il versamento dei contributi è a carico dei datori di lavoro. Il contributo mensile per singolo dipendente è di 9,47 € al mese.

3. Nucleo famigliare
Attualmente il Fondo non prevede l’estensione della copertura ai familiari dell’iscritto, ma la copertura riguarda esclusivamente l’iscritto. Il consiglio di amministrazione di SaniPro valuterà in futuro la fattibilità dell’estensione della copertura al nucleo famigliare dell’iscritto.

4. Cessazione del rapporto di lavoro
I
n caso di cessazione del rapporto di lavoro (per esempio dimissioni, pensionamento, licenziamento…) il dipendente iscritto a SaniPro non può, per ora, richiedere la prosecuzione volontaria dell’iscrizione, in quanto non è possibile proseguire volontariamente con la contribuzione a spese proprie. Per questo motivo, una volta cessato il rapporto di lavoro il dipendente non risulta più iscritto al Fondo e riceverà le prestazioni dal fondo per i periodi in cui è stata versata la contribuzione.

5. Esistenza di altra copertura assicurativa
L’iscritto, in caso di esistenza di altra copertura assicurativa, deve indicarne i riferimenti nel modulo di richiesta di rimborso. Pertanto otterrà il rimborso per la quota parte rimasta a suo carico a seguito della liquidazione della copertura assicurativa.

6. Detrazione delle spese sanitarie nella dichiarazione dei redditi per le quali l’iscritto ha presentato domanda di rimborso
L’iscritto, ovvero il dipendente può detrarre le sole spese nella dichiarazione dei redditi che non sono state rimborsate dal fondo e che perciò sono rimaste a carico del contribuente. A titolo di esempio: Se una fattura per prestazioni sanitarie complessivamente è di € 100, l’iscritto riceve un rimborso di € 40 da SaniPro, e potrà detrarre come spesa sanitaria € 60 rimasta a suo carico.

Il contribuente può valutare di:

  • portare in detrazione l’ammontare di dette spese sanitarie già al netto dell’importo che gli verrà rimborsato;
  • detrarre l’intero ammontare delle spese sanitarie sostenute nell'anno precedente, salvo poi dichiarare, nell'anno successivo, tra i redditi soggetti a tassazione separata l'importo ricevuto (vedasi circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 7/E del 27/04/2018, p. 28).

SaniPro invia all’iscritto, attraverso la compagnia assicurativa incaricata, un riepilogo delle somme rimborsate, in modo che l’iscritto possa compilare la propria dichiarazione dei redditi. Gli iscritti possono inoltre registrarsi tramite il portale di SaniPro sul sito di UniSalute, per accedere all'area riservata e consultare in qualsiasi momento l'estratto conto online. Nel caso in cui non dovesse aprirsi la versione in italiano, La preghiamo di cliccare su "it" in fondo alla pagina.

7. Liquidazione dei rimborsi da parte di SaniPro
SaniPro ha stipulato una polizza di assicurazione a contraenza collettiva (“contratto di assicurazione”) con la compagnia di assicurazione Unisalute Spa, compagnia specializzata nel settore dell’assistenza sanitaria integrativa. In virtù di questo contratto di assicurazione l’iscritto a SaniPro riceverà il rimborso direttamente dalla compagnia di assicurazione Unisalute, che verserà tramite bonifico bancario sul conto corrente indicato dall’iscritto l’importo a lui spettante.

8. Documenti per le richieste di rimborso
La documentazione comprovante la spesa sanitaria per la richiesta di rimborso non deve essere in originale in quanto è sufficiente inviarne copia.

9. Decorrenza della copertura assicurativa sanitaria
La copertura assicurativa sanitaria decorre dal primo mese per il quale è stata versata la contribuzione. Se la contribuzione è stata versata in gennaio la decorrenza della copertura assicurativa sanitaria coincide con il primo gennaio, ovvero la richiesta di rimborso può essere effettuata per spese sanitarie sostenute nel mese di gennaio.

10. Cessazione della copertura assicurativa sanitaria
La copertura assicurativa sanitaria termina con il primo del mese successivo all’ultima contribuzione versata per l’iscritto in questione. Se l’ultima contribuzione è prevista per il giugno 2019, a partire dal 1° luglio 2019 l’iscritto non è più in copertura.